Fotogallery

Fotografi  di paesaggi notturni

 

Le foto del mese di novembre 2021.

Sono sempre colpito dalla bellezza delle fotografie eseguite da Giulio Cobianchi, Mauro Cirigliano Dario Giannobile, Stefano Maraggi, Marcella Giulia Pace,  Kevin Saragozza.

Sono persone dotate non solo di capacità professionali elevate ma soprattutto di un profondo amore per quello che riprendono con tanta passione.

Il loro messaggio è un aperto invito ad andare a visitare le località che offrono incantevoli spettacoli a tutti quelli che rivolgono il loro sguardo al cielo.

Questo mese pubblico foto in cui sono le montagne a suscitare in chi le osserva un trasporto emozionale verso i luoghi rappresentati.

 

 

 

Giulio Cobianchi

 

 

Mordor Italian Dolomites

 

Fonte: www.giuliocobianchi.com - www.instagram.com/giulio_cobianchi_photo/?hl=it

Una foto particolare in un ambiente "magico" così descritto da Giulio Cobianchi: "Guardando questa foto mi fa rivivere quel momento, dove ero circondato da picchi di montagne, nuvole nere e tuoni. La mia immaginazione come sempre è andata avanti e all'improvviso mi sono trovato in uno dei regni di Arda, l'universo immaginario fantasy, una terra tetra, circondata da montagne scure, sempre coperta da nuvole e abitata dai servi dell' Oscuro Signore. Tornando alla realtà... Ho preso scattato questa foto lo scorso fine agosto, durante una tenebrosa alba, ma dopo una incredibile notte stellata".

Mauro Cirigliano

 

 

 

Planet Earth - Le tre Cime di Lavaredo

 

 

 

 

 

Fonte www.maurocirigliano.com - www.facebook.com/maurociriglianophotography

Mauro Cirigliano ci affascina non solo con una bella immagine ma anche con le sue appassionate parole: "Quanto è meraviglioso il nostro pianeta? Una domanda che sorge spontanea quando ti trovi in uno dei luoghi più belli del mondo!"

 

 

Stefano Maraggi

 

Le Dolomiti

 

Fonte https://www.instagram.com/stefano_maraggi_photography/?hl=it - https://www.facebook.com/StefanoMaraggiPhotography/photos

Nello stile di Stefano, sono i visitatori sollecitati a esprimere commenti. Il  bellissimo contrasto dei colori presenti in questa immagine mostra quanto la natura sappia "dipingere" i suoi quadri.

 

 

Marcella Giulia Pace

 

 

Il bus del Diau

Fonte www.facebook.com/marcella.pace/photos_all - https://greenflash.photo/greenflash-gallery/greenflash-gallery/

Uno scatto in cui riemergono i ricordi della protagonista che con pazienza sa aspettare il momento magico del passaggio del sole tra le cime....."Da piccola passavo le estati a Borca di Cadore presso il Villaggio Eni situato in un fianco del monte Antelao. Da Borca, proprio sopra il Villaggio, é visibile un "foro" nella montagna: una gigantesca cavità che una leggenda vuole sia stata creata da Lucifero quando si schiantó sulla Terra. Questo ci raccontavano le assistenti mentre ci indicavano "il Bus del Diau". Dopo tanti anni, da San Vito di Cadore, guardando il fianco dell'Antelao, ho osservato delle guglie a forma di corna che mi hanno riportato a quella leggenda lasciandomi un indizio riguardo la fine de "lo scalpo" del diavolo in seguito alla "craniata" contro la dolomia . Sono quindi diventate oggetto di alcuni scatti in cui, dalla stessa posizione, son riuscita a riprendere il passaggio del Sole e della Luna".

Dario Giannobile

 

Earthshine Moon and M44 Alignment Above Mount Etna

Fonte www.dariogiannobile.com - www.facebook.com/dario.giannobile/photos_all

Molto intense le parole di Dario Giannobile per un'immagine molto curata nel suo insieme: "La luna cinerea è appena sorta sopra il cratere di sud east del monte etna che mostra ancora segni di attività come testimoniato dai bagliori rossastri. Il cratere di sud est è ora la cima più alta del vulcano e lo è diventata a causa dei numerosi eventi parossistici che si sono succeduti quest'anno. La luna è sorta in prossimità con l'ammasso aperto M44 detto Beehive Cluster. Molte velature hanno reso difficile la vista di questo allineamento ma al contempo hanno restituito profondità alla scena grazie anche ai colori della corona lunare".

Kevin Saragozza

 

 

Pantalica

 

Fonte www.facebook.com/fotobacheca.saragozza - www.instagram.com/kevin_saragozza_/

Foto di Kevin Saragozza di un ambiente selvaggio e nello stesso tempo archeologico, coronato dalla Via Lattea: "........questo fantastico paradiso nella sua visione notturna, e poterne cogliere l'essenza scattando delle foto, ma anche vivendo uno straordinario spettacolo, Tuttavia oltre all'aspetto naturalistico appare un passato di millenni attraverso le 5000 caratteristiche tombe a grotticella di cui molte pareti sono costellate, si trova su un altopiano, circondato da canyon formati nel corso dei millenni da due fiumi, l'Anapo e il Calcinara, che hanno determinato l'orografia a canyon caratteristica della zona. L'altopiano così come le vallate sottostanti (definite Valle dell'Anapo) sono delle importanti zone naturalistiche, Nel 2005 il sito è stato insignito, insieme con la città di Siracusa, del titolo di Patrimonio dell'umanità da parte dell'UNESCO per l'alto profilo storico, archeologico, speleologico e paesaggistico".

 

 

 

HOME PAGE

GALLERY